ACT 03 – Early Televizion in Italy.

.

The first serious television experiments undertaken in Italy were started by purchasing both transmitting and receiving equipment from Fernseh A.G. of Berlin. This was on a standard of 90-line definition, both spotlight and telecine scanners being employed, while discs with a spiral trace of apertures were used as the scanning media at both ends: By using a new type of light source and a good quality optical system the pictures obtained were outstandingly good. This early work inspired the Italians to make further effort, and on the transmitting side it is now known that cameras working on a somewhat similar principle to the Iconoscope are being used. All the receivers now use cathode-ray tubes as the picture reproducer, and one of the most
prominent and efficient of these is marketed under the name of Safar. The picture standard is 375 lines interlaced to give 50 frames and 25 pictures per second. The tube is mounted vertically so that the pictures are viewed as reflections in an inclined mirror, while it is claimed that the controls are extremely simple to handle. Radio receiver practice has been followed by allowing one knob to perform multiple functions, but by combining the sound and vision sets into one superheterodyne receiver the total number of valves has been reduced to fifteen.Practical Wireless, 27th March 1937.The first ultra short-wave broadcasting station is now working daily at Monte Mario, Italy, between 6pm and 9.30pm on 6.9 metres with a power of 2kW; the aerial, shown here, can be adapted for experimental television transmissions.

ACT 03 – Esordio della Televizione Italiana.

I primi esperimenti televisivi  seri effettuati in Italia sono  cominciati con l’acquisto di apparecchiature  per la trasmissione e la ricezione  dalla Fernseh AG di Berlino. Questo era ad  un livello di di definizione a 90-linee,  furono impiegati sia i riflettori  che gli scanner telecine, mentre i dischi con una traccia a spirale di aperture sono stati usate come mezzi di scansione a entrambe le estremità: Utilizzando un nuovo tipo di sorgente luminosa e una buona qualità ottica sistema, le immagini ottenute erano incredibilmente buone. Questo lavoro iniziale spinse  gli italiani a fare ulteriore sforzo, e per quanto riguarda la trasmissione è ormai noto che vengono usate le telecamere che lavorano su un principio piuttosto simile all’ iconoscopio. Tutti i ricevitori ora utilizzano i tubi catodici per riprodurre le immagini, e uno dei più importanti ed efficienti  tra questi è commercializzato con il nome di Safar. L’immagine standard è di 375 linee interlacciate per dare  50 fotogrammi e 25 immagini al secondo. Il tubo è montato verticalmente in modo chele immagini sono viste come riflesse in uno specchio inclinato, mentre si sostiene che i controlli sono estremamente semplici da gestire. La pratica del ricevitore radio è stata eseguita  usando una sola manopola per eseguire funzioni multiple, ma unendo il suono e i set di visione in un ricevitore supereterodina, il numero totale di valvole è stato ridotto a 15.Practicamente Wireless, 27 marzo 1937. La prima stazione di trasmissione ad ponde corte è ora al lavoro tutti i giorni a Monte Mario, Italia, tra le 18.00 e 21.30 su metri 6.9, con una potenza di 2 kW, l’antenna, qui, può essere adattata per le trasmissioni televisive sperimentali.


.Tele 1 Tele 2

daniele    Published by :

Daniele L’Imperio.

.

Advertisements